Zreo za penziju

Per colpa di eventi storici burrascosi sono pieno zeppo di tensione
Prego chi di dovere di concedermi di andare in pensione
In pensione
In pensione

Iglesias mi spinge a studiare il canto
Dice la vita del cantante è agiata e florida
Per una serata al mese l’ingaggio lo trovi
Poca fatica, tante ragazze e la paga in valuta solida

E io penso i cantanti non si diventa ma si nasce
Una testa dura è un difetto congenito
E’ delicato cantare mentre la gente si sbrana
Anche se alla fine ti cospargono di grana

E Mobutu insiste che alla politica mi devo dare
Dice chi vola alto lassí¹ sa cosa fare
Il politico alla gente sa di piacere
Si fa perdonare con condoglianze sincere

Penso che se te la fai con i politici
ignori del tutto i principi balistici
Si vola in alto ma con la stessa inclinazione
A un certo punto si cambia direzione

Da Paperon de Paperoni, personaggio animato
Sento che ho la stoffa del imprenditore privato
A inseguire la fama devi essere un idiota
Il business è fatto per la mia telligente calotta

Zio Paperone, di esser telligente lo so da anni
Ma il business alla telligenza fa soltanto danni
La puttana non lo fa per i soldi soltanto
Ma di tradire il marito le piace, ogni tanto

E il Mandrake Digitale, Salomone il saggio
I miei versi li degna di una recensione al mese
A giudicare da quello che ci trova dentro
Avverte in me nevrosi e pretese

Troppo sul serio ti sei preso
E vendi cose patetiche al pubblico indifeso
Mi sa tanto, fratello
Che sei maturo per la pensione

Pensione Pensione Pensione
Pensione Pensione
Pensione

Maturo per la
Pensione

Zox